Categories:

Stra-ordinario

Tutti noi siamo stati bambini, tutti i maschietti hanno sognato di avere i superpoteri, tutte le femminucce di essere delle principesse, o delle supereroine. Abbiamo guardato i cartoni animati, scegliendo un personaggio con cui ci sentivamo particolarmente legati e dicevamo: io voglio essere come lui. Poi siamo cresciuti e forse abbiamo avuto la fortuna di studiare la letteratura e la mitologia a scuola e volevamo essere come Achille, Ercole, Ulisse, Elena, Atena o altri personaggi dei grandi miti.

Per chi di noi è credente, a un certo punto i modelli saranno diventati i santi e Gesù. Per chi non lo è, forse il tuo modello sarà qualche personaggio particolarmente celebre, qualcuno che è arrivato la dove vorresti essere tu.

Tutti noi abbiamo desiderato una vita straordinaria e molti di noi la sognano ancora. Ma più diventiamo adulti più la vita che sognavamo, piena di avventure, enigmi da risolvere, nemici da sconfiggere e principesse da salvare svanisce per far spazio a una cosa ben più reale, la routine.

Specie in questo periodo di Covid ci troviamo a farci i conti, ogni giorno a dover fare le stesse cose. Che fine ha fatto la vita che sognavamo? E la risposta è: a portata di mano, sotto i tuoi occhi. È la vita che stai vivendo. Lo so, forse non te l’aspettavi, forse mi dirai: “Ma che stai dicendo? La mia vita è tutto fuorché straordinaria, anzi è incredibilmente ordinaria”. 

Esatto, perché proprio dall’ordinario comincia ciò che è straordinario. Siamo abituati a pensare al successo come qualcosa di dato, alla realizzazione come qualcosa che arriva da sola, e spesso dimentichiamo che una vita straordinaria va conquistata un giorno normale alla volta. 

Perché proprio nelle cose normali si rivela quanto riusciamo ad amare, e nell’amore che diamo c’è la misura del nostro valore. Chiunque sia il tuo grande eroe, di lui vengono raccontate le azioni incredibili che ha compiuto perché fanno più effetto, ma non si racconta di tutti gli anni che ha passato facendo quello che amava nel più totale anonimato. 

Einstein ha cambiato il mondo con la sua teoria della relatività, e per farlo, ha fatto quello che fanno molti di noi: ha studiato ogni giorno, nulla di eccezionale.

Michelangelo e Leonardo da Vinci, forse tra i più grandi artisti della storia, sostanzialmente hanno disegnato ogni giorno, nulla di più, prima di arrivare a dipingere le loro grandi opere.

“Ma loro erano dei geni”, forse starai pensando. Perfetto, Madre Teresa di Calcutta, premio Nobel per la pace, ha fatto quello che fanno tutti i medici del mondo, curare ogni giorno pazienti. Lei non era un genio. “Si, ma era santa”, forse penserete. E allora vi cito Nelson Mandela, che ha passato gran parte della sua vita in prigione, forse la vita più noiosa e ordinaria che si può condurre. E ha liberato il sud-africa dall’apartheid.

Questi nomi non servono a suscitarci invidia o a fare un elenco di gente che è riuscita a raggiungere il suo obiettivo, ma sono esempi di persone che hanno capito che le cose più straordinarie nascono dalle cose più ordinarie. Gesù Cristo, il figlio di Dio, ha dato la vita per tutti noi e ha passato 30 anni a fare il falegname e ci ha insegnato una lezione importantissima con questo: quanto si può amare in una vita ordinaria.

Allora proviamo a vivere già da oggi in maniera diversa la nostra routine. Forse dovremo fare le stesse cose di tutti i giorni: studiare, preparare da mangiare, lavorare, allenarci, stare con i nostri figli o fare dei servizi. Benissimo, ama in ogni piccola azione che compirai oggi, ama come se fosse la prima, l’unica e l’ultima volta che farai quella determinata azione. Dai il tuo meglio pensando a chi è destinato il tuo lavoro, il tuo studio, per chi stai preparando da mangiare. Perché da tutte queste piccole azioni, dalla meraviglia di una vita ordinaria, ti ritroverai a fare le cose più incredibili. Non hai idea di quante persone puoi salvare con l’amore che metti nelle tue azioni, di quanto il mondo può cambiare con il tuo contributo. Ma hai un solo modo per scoprirlo, cominciare a farlo. Sii l’eroe che hai sempre desiderato essere, puoi!

Siamo nati per risplendere, cominciamo a fare ciò che è ordinario e ci ritroveremo a fare ciò che è straordinario.

Antonio Pio Facchino

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.