Categories:

«Non ci ardeva forse il cuore nel petto mentre conversava con noi lungo il cammino, quando ci spiegava le Scritture?» (Lc 24, 32)

Quando Dio parla al cuore, scatena sempre una reazione. A volte l’uomo si nasconde, a volte invece una fiamma comincia a bruciare. 

Il Cristiano è chiamato a vivere come una fiamma costantemente accesa, che si alimenta della fiamma dello Spirito Santo. È per questo che nasce il desiderio di trasmettere ad altri la gioia di aver scoperto che Dio c’è, che Dio è Amore! Noi non siamo altro che conquistati dall’Amore, come San Paolo!

Questo uomo straordinario rappresenta l’evangelizzatore per eccellenza: a ben pensarci, la sua conversione segue la morte di Cristo, quindi lui, come noi, Cristo non lo ha mai incontrato nella carne. Eppure questo non ha condizionato la sua predicazione!

Secondo il suo esempio, anche noi cristiani, innamorati di Dio, siamo chiamati a spargere lo stesso fuoco nel mondo. Ecco perché per noi è importante conoscere i suoi simboli, che sono il libro e la spada, perché sono i nostri simboli!

Il libro che San Paolo porta con sé rappresenta la parola di Dio, che non solo narra ciò che è stato, ma preannuncia ciò che sarà. Sul libro di questa immagine, si legge la parola “Parusia”, che indica il ritorno di Cristo, quello nella gloria, a cui il cristiano è chiamato a prepararsi ogni giorno, crescendo in santità.

La spada invece è simbolo del martirio di questo grande santo, ma non solo: ricordiamo che San Paolo era un soldato romano che sapeva combattere con la spada, ma che dopo la conversione ha conosciuto un’altra battaglia, molto più dura: quella spirituale.  

«La nostra battaglia infatti non è contro creature fatte di sangue e di carne, ma contro i Principati e le Potestà, contro i dominatori di questo mondo di tenebra, contro gli spiriti del male che abitano nelle regioni celesti.» (Efesini 6, 12)

Motivo per cui la spada fa parte di quell’armatura che Dio ci dà per resistere alle insidie del Maligno. In più, la spada è simbolo della stessa parola di Dio: 

«Infatti la parola di Dio è viva, efficace e più tagliente di ogni spada a doppio taglio; essa penetra fino al punto di divisione dell’anima e dello spirito, delle giunture e delle midolla e scruta i sentimenti e i pensieri del cuore.» (Ebrei 4, 12)

Non è difficile renderci conto di quanto sia esigente la Parola di Dio: a volte fa male, perché ci tocca dove sono i nervi scoperti, ma è anche vero che ci consola, ci dà forza e speranza. E questo è meraviglioso, perché la Parola è Verità.

«Non avete ricevuto uno spirito da schiavi per ricadere nella paura, ma avete ricevuto uno spirito da figli adottivi per mezzo del quale gridiamo: “Abbà, Padre!”.» (Romani 8,15)

Maria Chiara Di Giovanni

Tags:

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.